Finora ci avete visitato in 52472.

Documenti Scaricabili

Serie C: in cabina di regia il palleggiatore Riccardo Zurlo

21/08/2019

Cresciuto nelle giovanili del Bassano Volley, dopo anni di Serie B e la promozione della scorsa stagione con Pallavolo Loreggia arriva in AVolley carico di motivazioni

Nome e Cognome: Riccardo Zurlo

Data di nascita: 6 Settembre 1996

Ruolo: alzatore

Altezza: 1.85

Carriera:

2014-2015 serie B2 Bassano volley

2015-2016 serie B unica Bassano Volley

2017-2018 serie C Bassano Volley

2018-2019 serie C Pallavolo Loreggia-Promozione B

2019-2020 Serie C AVolley

Ciao Riccardo, dopo tanti anni anni da avversario nelle giovanili con la maglia di Bassano Volley cosa ti ha convinto a venire a Schio?

All'inizio è stato molto strano se devo esser sincero. Ricevere questa proposta da Schio era una cosa davvero inaspettata. Mi sono domandato e ho anche domandato il perché di questo interesse nei miei confronti e la risposta è stata più semplice di quanto mi aspettassi: ti conosciamo e sappiamo quanto puoi dare al gruppo e alla squadra. Questo mi ha convito ad affacciarmi alla realtà di Schio. Poi con qualche allenamento ho capito subito che è un bell’ambiente, con ritmi sostenuti dove l'intera squadra può crescere assieme.

Quando hai iniziato a giocare a pallavolo?

La mia prima esperienza pallavolistica è iniziata all'età di 12 anni nel mio paese di origine con un torneo ‘Braccio di Ferro’. La passione per questo sport mi è stata trasmessa da mia sorella.

Chi ti senti ti ringraziare nel tuo percorso di crescita sportiva?

Mia sorella per la passione che mi ha trasmesso, i miei genitori per avermi sostenuto in tutto questo percorso. Dal punto di vista sportivo devo ringraziare tutti gli allenatori e compagni di squadra con cui ho potuto giocare in questi anni. Sembrerà banale, ma nel bene e nel male ho potuto imparare molto da ogni momento, vittoria o sconfitta che sia. Ognuno a modo suo mi ha dato quello che poteva.

Nel tuo percorso pallavolistico quale è la partita che ti è rimasta più impressa e per quale motivo?

La partita che mi è rimasta più impressa è la semifinale di coppa Italia B2. La formula prevedeva andata in casa e ritorno contro una squadra di Firenze. Dopo aver vinto 3 a 0 in casa, abbiamo perso 4 a 0 al ritorno dopo quattro set di pura tensione. Una partita stupenda nonostante il risultato.

Per te sarà un nuovo contesto, che contributo pensi di dare alla squadra?

Ogni volta che gioco ci metto tutto me stesso. Quindi ciò che posso trasmettere a questa squadra di sicuro è la mia passione e voglia di far bene. In termini tecnici sono pronto ad ascoltare ogni critica e a migliorarmi, cercando al contempo di mettere a proprio agio ogni giocatore con le alzate.

Il gruppo è un mix tra giovani e atleti più esperti, che idea ti sei fatto della squadra e dello staff tecnico?

Mi è piaciuto molto il metodo di allenamento, ho visto la volontà della squadra di far bene. Aggiungendoci anche l'elemento della giovane età si intuisce come i margini di miglioramento siano parecchi e non vedo l'ora di cominciare.

 

I nostri sponsor

PGS AUXILIUM SCHIO e' scuola di pallavolo federale dal 2010: direttore Grotto Remigio

Facebook

Seguici su Facebook

Instagram

Seguici su Instagram

Meteo

Copyright 2019

Sito generato con sistema PowerSport